Quando si parla di nozze, una domanda sorge spontanea: ma quanto costano gli allestimenti floreali per un matrimonio?

Le spese che dobbiamo affrontare quando ci sposiamo possono essere infatti molto alte ed è bene fare un preventivo più preciso possibile di tutto ciò che dovremo acquistare.

In questo articolo, quindi, vedremo insieme come calcolare indicativamente il costo dei fiori per la chiesa o per il comune, cosa va a incidere sul budget e ti regalerò anche qualche consiglio per risparmiare qualcosa.

Sei pronta? Allora iniziamo subito!

La ricerca preliminare

Quando si progetta un matrimonio, uno dei primi pensieri cade sulla scelta dei fiori. In questo momento è quasi fisiologico precipitarsi dal fioraio sotto casa per un preventivo.

Il mio consiglio però, soprattutto in un’occasione così importante come quella delle tue nozze, è quella di contattare un flower designer e non un semplice fioraio.

Il motivo è semplice: non avrai bisogno semplicemente di fiori, bensì di una scenografia intessuta e realizzata tutta intorno a te e al tuo giorno.

A differenza di un fioraio, un flower designer creerà sia le composizioni floreali sia la scenografia in base ai tuoi gusti, la location, il tuo vestito e il tema del tuo matrimonio.

Ne ho parlato in modo approfondito anche nell’articolo sulla differenza tra fioraio e flower designer.

Una volta che avrai una lista di 4 o 5 flower designer, è arrivato allora il momento di chiedere i preventivi. Il preventivo cambierà in base ad alcuni fattori, come ad esempio:

  • la scelta del professionista al quale ti rivolgi
  • il numero di composizioni che vuoi realizzare
  • Il tipo di fiori che vuoi nella tua scenografia
  • l’eventuale noleggio di oggettistica

Ricordati anche un paio di regole che valgono sempre:

  1. non fidarti mai dei preventivi troppo bassi. I fiori e la creazione delle composizioni ha un costo. Se il prezzo ti sembra troppo conveniente, potrebbero essere persone che non conoscono ancora bene il lavoro o che utilizzano fiori non freschissimi
  2. Assicurati che venga veramente realizzato ciò che è stato preventivato, magari chiedendo testimonianze e recensioni. Capita spesso infatti che vengono promesse delle cose ma poi vengono realizzate in un altro modo, destando non poca delusione.

Chiedi anche sempre di mostrarti il book dei lavori fatti, in modo da farti un’idea su come lavora il flower designer e per vedere se segue uno stile che rispecchia i tuoi gusti personali.

Inizia dal tuo budget, non dalle composizioni che vuoi!

Quando iniziamo a scegliere i fiori, le composizioni e tutto ciò che farà fiorire il nostro giorno, è fondamentale non lasciarsi subito travolgere dal desiderio e dall’entusiasmo.

Questo però non vuol dire che non devi seguire i tuoi sogni, anzi!

Lascia che ti spieghi meglio.

Da flower designer posso assicurarti che esiste sempre una soluzione per (quasi) ogni budget. Stabilisci quindi prima il budget massimo sotto il quale vuoi restare e scegli le composizioni e i fiori di conseguenza. Solo così sarai sicura che non andrai a spendere cifre astronomiche solo per le decorazioni.

Ho conosciuto molti sposi che hanno speso grandi cifre per l’affitto della villa, rimanendo poi senza budget per le decorazioni. Il mio consiglio è sempre uno: meglio una location un po’ meno bella ma con una scenografia da favola piuttosto che una villa da sogno senza decori.

Cerca quindi di dosare bene il tuo budget tra location e decorazioni. In questo articolo ti aiuterò proprio a capire come fare.

Dopo questa breve premessa, è il momento di farci un’idea pratica di quanto andremo a spendere per i nostri fiori. Vediamo cosa gonfia (o sgonfia) il nostro preventivo finale!

Il numero di composizioni

Quando avrai ben chiaro lo stile del tuo matrimonio, è il momento di iniziare a pensare agli addobbi floreali. Una cosa che sicuramente va a incidere sul budget finale è la scelta del numero e del tipo di composizione.

Ci sono composizioni floreali che non possono assolutamente mancare, come ad esempio il bouquet della sposa, mentre altre che puoi decidere se aggiungere o meno in base sia ai tuoi gusti, sia al budget che ti sei preventivata.

Ma quali sono queste composizioni che si possono utilizzare per il matrimonio? Vediamo insieme le principali:

  • Il bouquet della sposa
  • L’eventuale secondo bouquet per il lancio
  • Le composizioni per la chiesa o per il Comune
  • Le coroncine e i bouquet delle damigelle
  • I centrotavola
  • La bottoniera dello sposo ed eventualmente per i testimoni
  • Le decorazioni per la macchina
  • L’arco nuziale
  • I petali per la navata
  • Le decorazioni floreali per i capelli della sposa
  • L’eventuale oggettistica che si può noleggiare

Ogni composizione inciderà sul budget finale, insieme ovviamente al tipo di fiori che sceglierai e che vedremo tra un attimo. Ti consiglio quindi di valutare sempre con attenzione quali tra queste decorazioni vorrai per il tuo matrimonio.

La scelta dei fiori

Una volta che avrai deciso quali composizioni desideri per il tuo matrimonio, è arrivato il momento di scegliere i fiori che le comporranno. Perché il tuo budget non venga sforato, è quindi fondamentale sceglierli con molta cura.

Ovviamente ci sono fiori più cari, come ad esempio le ortensie, e fiori meno cari, come ad esempio i garofani.

La cosa più importante da tenere in considerazione quando si sceglie il tipo di fiore è la stagione in cui ti sposerai. I fiori, infatti, sono creature stagionali e non tutti sono adatti a determinate temperature.

Ti sconsiglio anche di importare fiori non di stagione perché appassirebbero in pochissime ore. E immagino che non vuoi arrivare a fine serata con un bouquet appassito, giusto?

Inoltre, i fiori di stagione sono maggiormente reperibili e oltre ad essere maggiormente resistenti, questo li rende anche più economici di quelli di importazione.

Scegli quindi i fiori prima in base alla stagionalità e poi in base al budget che ti sei fissata. Non preoccuparti se i fiori che desideravi non sono di stagione nel giorno delle tue nozze: una brava flower designer troverà sempre una valida alternativa.

In fondo, se le composizioni sono create da un professionista che sa valorizzare le loro forme e i loro colori, tutti i fiori sono capaci di creare delle composizioni da sogno!

Lo stesso discorso vale ovviamente anche per il bouquet della sposa. Pensa che un bouquet può arrivare facilmente a costare anche 250 euro. Per questo è sempre importante parlare con il tuo flower designer per trovare insieme la migliore soluzione con i fiori di stagione.

Vuoi saperne di più sul bouquet? Scarica allora la nostra guida gratuita con i consigli per un bouquet da favola.

Oggettistica a noleggio per il matrimonio

Una volta che sai quale sarà la location e le decorazioni floreali che vorrai utilizzare, è il momento di pensare se hai già tutto l’occorrente per il matrimonio o se devi noleggiare qualcosa.

Il noleggio di arredi, accessori esclusivi e oggettistica varia può arrivare a costare migliaia di euro quindi scegli con cura ciò che ti servirà.

Noi di Fior di Fiaba, ad esempio, oltre alle composizioni floreali possiamo offrirti ad esempio:

  • Libri
  • Vasi
  • Bricchi
  • Ceste e scatole
  • Portacandele
  • Candelabri
  • Passatoia
  • Ciocchi di legno
  • Cornici
  • Segnatavoli a cavaliere
  • Tableau de marriage
  • Stoffa e nastri

Pensa a bene di cosa hai bisogno, chiedendo magari anche quello che hanno disponibile per il ricevimento alla villa o alla location che hai scelto per il tuo rinfresco.

Quanto costano gli allestimenti floreali per un matrimonio?

Adesso che abbiamo visto tutto ciò che va a incidere sul nostro budget, vediamo allora più da vicino i prezzi delle varie composizioni, ovviamente con fiori di stagione, in modo che tu possa farti un’idea ancora più accurata di quanto andrai a spendere.

  • Composizione per l’altare o per il tavolo da rito: tra i 60 e i 200€
  • Composizioni a destra e a sinistra degli sposi: tra i 40 e i 200 euro
  • Composizioni sulle panche: tra i 10 e i 45 € ciascuna
  • Composizione all’ingresso della chiesa: tra i 60 e i 200 €
  • Bouquet della sposa: tra gli 80 e i 150 €
  • Bottoniera dello sposo: tra i 12 e i 20 €
  • Coroncina per una damigella o per la sposa: tra i 30 e i 120 €
  • Decorazioni per l’auto: tra i 25 e i 60 €
  • Centrotavola per la sala da ricevimento: tra i 35 e i 180 € ciascuno
  • Arco nuziale: tra i 300 e i 1.600 €

Consigli per risparmiare

Ora hai un’idea davvero più chiara su quanto costa decorare un matrimonio. E scommetto anche che adesso vorresti chiedermi: “Giuditta, è tutto molto bello ma… non è possibile risparmiare qualcosa?”.

Questa è una delle domande che ricevo più spesso e sono davvero felice di poterti rispondere: sì, è possibile risparmiare!

Ti consiglio di non risparmiare mai su due cose: la professionalità del flower designer e la freschezza dei fiori.

Per tutto il resto, eccoti 7 consigli perché il tuo preventivo non diventi troppo esagerato:

1. Non fissarti su un singolo progetto

Molto spesso, quando le nostre spose visitano il nostro atelier, hanno un’idea molto precisa di quello che vogliono e non hanno intenzione di metterla in discussione.

Spesso però non si rendono conto che si tratta di composizioni molto costose e non sempre sono davvero la scelta migliore per il tipo di matrimonio che hanno in mente.

Per questo offro loro sempre delle soluzioni alternative, spesso più armoniche e anche meno costose, che vengono accolte di buon grado.

Non rimanere quindi focalizzata su una singola idea: sicuramente esistono delle alternative più economiche e più armoniose per il tuo giorno!

2. Scegli solo fiori di stagione

Come abbiamo visto, i fiori di importazione sono davvero molto costosi e rischiano di appassire nel giro di poche ore.

I fiori di stagione hanno invece un doppio vantaggio: sono più economici perché anche maggiormente reperibili e resteranno freschissimi fino a sera!

3. Utilizza molti fiori di quelli più economici e solo pochi tra i più costosi

Se ci sono dei fiori che non vuoi assolutamente che manchino fallo presente alla tua flower designer.

Per il resto, opta per fiori più economici. Anche con questi è possibile creare delle composizioni incredibili a un prezzo inferiore, senza dover rinunciare alla raffinatezza e all’eleganza dei fiori più costosi.

4. Limita il numero di composizioni floreali

Less is better! Scegli poche composizioni di effetto senza strafare. Vedrai che il risultato sarà fantastico anche con un numero minore di composizioni.

5. Utilizza molto verde per le tue composizioni

Il verde è molto più economico dei fiori e danno colore e volume alle composizioni. Questo non significa che devi fare composizioni solo con il verde ma può essere economico alternarlo ai fiori.

6. Composizioni di frutta e verdura? Ma certo!

Chi ha detto che le composizioni devono essere solo fatte di fiori? Sono bellissime anche le composizioni fatte con l’aggiunta di frutta e verdura e danno un effetto molto fresco e originale. Provare per credere!

7. Il troppo stroppia

Sii minimal. Non importa che la chiesa, il Comune e la sala del ricevimento siano invasi da fiori e oggettistica. Bastano poche decorazioni ma quelle giuste, sistemate dove fanno più effetto per creare una scenografia da favola.

Conclusioni

Come abbiamo visto insieme nel corso di questo articolo, le composizioni floreali per il tuo matrimonio possono arrivare a cifre anche molto alte.

Con qualche piccolo accorgimento però, come la scelta di fiori di stagione e l’installazione di poche composizioni, vedrai il tuo budget diminuire, per un matrimonio da sogno a prezzo più accessibile!

Tu quali fiori e quali composizioni vorresti avere per il tuo matrimonio? Fammelo sapere con un commento qua sotto!